La costa vicino Helsinki

Andiamo a scoprire la Finlandia meridionale: sulla fascia est della costa di Helsinki, bisogna andare a vedere Porvoo, punteggiata da magazzini di legno rosso molto particolare, e Loviisa, nota per il Sibelius Festival che si celebra l’estate e per la fortezza marina di Svartholm che risale a al ‘700. La cittadina è infatti nata come fortezza contro la Russia nel 1745 e la maggior parte di queste fortificazioni si sono conservate fino ai giorni nostri. Il suo nome è stato scelto in onore della regina Lovisa Urlika, consorte del re Adolf Frederick di Svezia.
Queste piccole città sono deliziose, con le caratteristiche casette di legno, i tanti vivaci caffè e boutique. Nell’illustrazione sotto la prima immagine possiamo vedere una raffigurazione di Loviisa del 1808.
Possiamo dirigerci poi verso un famosissimo lago, quello di Tuusulanjärvi, noto anche perché dall’inizio del ventesimo secolo è stato crocevia delle case di tantissimi artisti finlandesi, tra cui Jean Sibelius, Pekka Halonen, Aleksis Kivi e altri.

A circa costa-helsinki130 minuti di automobile a nord di Helsinki, costeggiando la strada verso il lago vi verranno incontro le cittadine di Tuusula e di Järvenpää. Tuusula sorge proprio sulle coste del Tuusulanjärvi, è stata fondata durante il Seicento e conta circa 38mila abitanti. La “strada del lago Tuusula” (abbreviazione del Tuusulanjärvi) appena fuori la cittadina è istituita come museo all’aria aperta. 

Proseguendo sulle coste di questo lago arriveremo a  Järvenpää, città in cui si è stabilito per la maggior parte della sua vita e fino alla sua morte il compositore Jean Sibelius, la cui casa è comunemente conosciuta come Ainola ed è ora sede del museo a lui dedicato. Questa cittadina in origine era un quartiere di Tuusula, da cui si è separata nel 1951 acquisendo completa autonomia dal 1967. Si può raggiungere anche seguendo la rete ferroviaria che collega Helsinki a Riihimäki, ottimamente collegata con viaggi ogni mezz’ora.

Come le cittàcosta-helsinki2 di una volta, la ferrovia attraversa il paese al centro. Dista mezz’ora da Helsinki (che sia in auto o in treno) e ancor meno dall’aeroporto Helsinki-Vantaa (venti minuti). Come molte città finlandesi, è tutt’altro che addormentata e molti eventi si svolgono durante tutto l’anno, soprattutto concerti, rappresentazioni teatrali e mostre d’arte. È anche il luogo preferito dai bambini per via della “Casa di Pikku-Aino”, un luogo in cui i più piccoli possono giocare e divertirsi. Evento musicale ricorrente ogni anno è il “Puistoblues”, una settimana dedicata al blues lungo le “vie del blues” nel centro cittadino, e che prevede concerti ed esibizioni improvvisate in pub, bar e ristoranti. La settimana si chiude il sabato con una sorta di concertone finale in piazza.

Sempre lungo costa-helsinki3la costa del Tuusula è interessantissima la residenza Halosenniemi. Essa è stata realizzata completamente con dei tronchi dal pittore Pekka Halonen che vi ha anche vissuto, ed è stata in seguito anche la casa dello scrittore finlandese Aleksis Kivi. Oggi è un museo che include anche il “mobilio naturale” originariamente realizzato da Halonen.
Concludiamo la nostra piccola gita alla volta delle gallerie e dei musei di Hyvinkää e di Riihimäki, ma visitiamo anche la natura circostante: i sentieri e i programmi di sopravvivenza per gruppi vi stupiranno!

Immagini: Wikimedia Commons (1- Porvoo; 2- Loviisa nel 1808; 3- Chiesa di Loviisa, utente Beckstet; 4- Järvenpää, utente Ilyushka88).

 

Nessun commento »

No comments yet.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Leave a comment