Parchi Nazionali e riserve

Il modo migliore per accedere e parchi1visitare i 35 Parchi Nazionali presenti in Finlandia? Armiamoci di zaino e tenda e via libera al soggiorno e all’immersione nella natura. Ciascuno di questi parchi è un preziosissimo sito incontaminato, da esplorare con riverito rispetto per tutti gli appassionati di trekking, pesca e canoa, nonché di sci di fondo.

Vi ricordiamo che i Parchi Nazionali più ampi ed estesi, nonché davvero allo stato selvaggio, sono situati nelle regioni settentrionali e in Lapponia. A nord-est si estende ad esempio il magnifico Parco Nazionale Oulanka, progressivamente ampliato dagli Anni Cinquanta ad oggi e dotato di foreste svettanti di pini e bellissime valli fluviali, tutte percorribili.
In Lapponia sono famosi i Parchi di Lemmenjoki, Pallas-Ounastunturi e Urho Kekkonen, ricchi di foreste secolari, dove se si è fortunati è possibile avvistare l’alce oppure l’orso bruno.
Nelle vicinanze di Savonlinna, cittadina nella Regione dei Laghi, troveremo i parchi mozzafiato di Linnansaari e Kolovesi, in cui esistono ancora esemplari di Foca degli Anelli, un mammifero purtroppo in via di estinzione, ma fortunatamente ben tutelato all’interno di queste riserve.

Vi ricordate l’appello aiparchi2 “Figli della Foca” fatto negli Anni Ottanta da Celentano durante un’edizione del programma “Fantastico”? Beh, in Finlandia lo avevano già capito da molto tempo prima, tanto che il Linnansaari è stato istituito addirittura nel 1956.

I 35 parchi nazionali della ‘terra dei mille laghi’ permettono inoltre di proteggere una varietà di differenti aggregati naturali: arcipelaghi e foreste, corsi d’acqua e tutto l’habitat preziosissimo e unico dalla Finlandia meridionale fino all’estremo nord della Lapponia.
Gestiti dall’ente statale Metsähallitus (fatta eccezione per il Koli National Park, controllato dall’Istituto di Ricerca Metla) i parchi nazionali coprono in tutto la bellezza di 8.150 km2.

A questi devono poi essere aggiunte le diciannove riserve naturali integrali (estese per altri 1.530 km² ), le quali completano il quadro delle grandi aree protette. Al contrario di quanto avviene in Italia, le riserve naturali hanno anche l’accezione “integrali” in quanto sono state create per scopi scientifici e hanno regole perfino più rigide rispetto ai Parchi Nazionali: l’accesso, infatti, non è aperto al pubblico, ma è mediato da autorizzazioni scritte. Anche l’accesso per passeggiare sui sentieri consentiti al pubblico è in ogni caso ben regolamentato.

Ma la serie finlandese di aree sotto parchi3protezione include inoltre 173 zone umide, a cui si aggiungono ben 92 aree forestali antiche protette.

Non manca nemmeno la tutela specifica per alcuni animali, tra cui ricordiamo le zone di protezione della foca grigia (Hylkeidensuojelualue) che si estendono per circa 190 km² e le tante riserve faunistiche.
Come potete facilmente notare, il sistema di tutela dei parchi in Finlandia risulta essere tra i più avanzati a livello planetario: foche, renne, flora, fiumi, e tutti gli amanti della natura non possono che ritrovare qui una sorta di riappacificazione con la Natura, un piccolo risarcimento per tutti i danni che ancora oggi l’umanità è ben lungi dallo smettere di compiere.
Nelle immagini potete avere un piccolo assaggio di altri parchi. Nell’ordine dall’alto in basso: Kolovesi, Isokuru e Syöte.

Immagini: Wikimedia Commons (1: user Plenz 2: user Trainthh 3: user Hujane).

Nessun commento »

No comments yet.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Leave a comment